lunedì 13 ottobre 2008

Autunno


















Autunno

Grovigli di pensieri
nelle mia mente
si susseguono
come la pioggia
di foglie ingiallite
del crepuscolare autunno.

Tappeto ocra
di un antico affanno,
abbandonato al ricordo
del passato ciclo
è l’anima che sussulta
alla memoria della
remota essenza.

Viti mature,
inebriante mosto,
trepidanti attese,
arcane metamorfosi,
sono le nuove vite
di antiche esistenze.

Gaetano GULISANO

7 commenti:

enzo sibilio ha detto...

un ritratto... impressionistico.
proprio un bell'autunno.
molto bella, gae.

Anonimo ha detto...

é un dipinto d'autunno in versi!Adoro i dipinti!
bravissimo Gaetano
é bello leggerti
anileda

Cristina Khay ha detto...

bella poesia... molto apprezzata la chiusa per i risvolti riflessivi che offre. Bravo :)

Buona serata
Cri

cristina bove ha detto...

molto bella, Gaetano, una poesia che sembra un quadro...
suggestiva.
cri

natàlia ha detto...

Ciao Gae,
la trovo dolce e triste, melancolica come la stagione di passaggio che descrivi, chiusa di un'estate di primizie ed attese e preparazione all'inverno delle "metamorfosi".
Una metafora che mantiene la sua aderenza senza mai svelare, ma solo lascia intuire e sentire.
non posso dire altro che: bravo!

(ma ti chiedo un sorriso)
un bacio, dormi bene.
natàlia

gaetano ha detto...

Cari amici vi ringrazio per i commenti molto belli. Mi scuso se i ringraziamenti arrivano in considerevole ritardo, ma ho avuto ed ho ancora, problemi con il mio PC. Un caro ed affettuoso saluto a tuuti voi!

Anonimo ha detto...

Davvero è un quadro impressionista magari di Renoir...e poi la chiusa ,come spesso succede nel tuo poetare,torna a te dalla natura in tutt'uno.Grazie
Tinti