martedì 14 aprile 2009

Vittima

(foto da web)


Vittima

Vittima,
chi si prenderà cura di te
se non la tua solitudine,
se non il tuo dolore,
se non la tua rabbia?

Vittima,
chi difenderà le tue ragioni
se non il tuo orgoglio
calpestato e affogato
nella più putrida
e nera fanghiglia?

Vittima,
ti chiameranno
bugiarda provocatrice,
metteranno in dubbio
persino
il tuo esser vittima
e tu stessa dubiterai
d’esser vittima, perché
i tuoi difensori ti guarderanno
con lo stesso sguardo
dei tuoi vili aguzzini
e ti tacceranno come rea
e tu, allora crederai d’esserlo.

Vittima,
cessa il sentirti rea,
riprenditi il tuo orgoglio
e nettalo nella vera ragione,
esci dalla prigione della solitudine,
tramuta il dolore in forza
e riprendi la tua vita
a chi voleva togliertela.

Gaetano GULISANO


12 commenti:

MARYLINE ha detto...

Bravo Gaetano,
Un tema di grande attualità !
E' necessario sostenere, promuovere in collaborazione con le associazioni culturali e sociali del territorio iniziative di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul tema, quali gli incontri contro la violenza e a favore del rispetto dei diritti umani delle donne e dei bambini, i percorsi di pari opportunità nelle scuole, i cineforum, le mostre fotografiche, gli spettacoli teatrali.Grazie per la sensibilità
Maryline

Foglia di vite ha detto...

le vittime delle quali parli davvero molto spesso vengono trattate come colpevoli ed è ingiusto, profondamente...solo la solidarietà, la denuncia, la collaborazione può essere utile

Anonimo ha detto...

Per non essere più vittime, è necessario, prima, non esserlo più dentro noi stessi...ma non è sempre facile.
Amarsi è più difficile che amare..

SorayaSerena

Carloesse75 ha detto...

Grazie per la tua presenza che ricambio in un abbraccio
Carlo

noi due ha detto...

ciao carissmo sono il lui di noi due gli ultimi tuoi post per motivi diversi sono molto tristi questo argomento poi e delicatissimo e non lascia davvero spazio ad altro che all'orrore quell'orrore che davvero calpersta ogni essere umano sia esso bambino donna o anziamo, sei una persona sensibilissima e credimi nessuno ci è stato vicino come te in quei giorni grazie davvero e speriamo di ritrovarti presto tra di noi. un abbraccio da me un bacetto dalla mia lei

NeLLa'S ha detto...

Ciao Gaetano...con questi versi porti alla nostra attenzione un tema che oggi sta sempre più divenendo una piaga sociale...
Purtroppo il numero delle Vittime cresce sempre più...e in ogni contesto... nessuno escluso...
Io vivo questa realtà come una "scampata" al pericolo...e già questo per tanto tempo mi ha fatto sentire in qualche modo in difficoltà verso la vita... quindi di conseguenza penso a coloro che invece hanno subito questo grave atto...e posso solo dire che non è facile...
Sperando in pene più severe... in una legge giusta che tuteli la Vittima di violenza...sperando ...sperando...che la realtà difenda i diritti di chi subisce...
Ciao...un abbraccio
Anto...

Anonimo ha detto...

grazie ancora una volta per le tue poesie così belle e impegnate
ps: facci sapere anche come va la tua salute

Dylan Dicarlo

dolceromantica ha detto...

Argomento delicato e toccante! Giustissimo tramutare il dolore in forza per poter riprendere la propria vita.
Ciao Gaetano come va, pensavo a te in questi giorni e mi chiedevo che oramai dovresti essere ritornato alla normalità e dell’incidente solo un brutto ricordo. Un caro saluto a te e alla tua famiglia, un buon fine settimana!!! Emy

noi due ha detto...

ciao carissimo amico sono il lui di noi due certo che hai una vita reale e meno male , e tranquillo noi siamo pazientied ogni tuo passaggio sarà una piacevole sorpresa sempre, mi ripeto ma vedi le persone care si vedono proprio nei momenti no e tu lo sei stato in modo dolce ma senza troppo entrar nei partcolari, oprendere posizioni e questo lo apprezzo io come la mia lei. dolcissima notte

gaetano ha detto...

@ Maryline: grazie della visita e del commento. Mai abbassare la guardia.
:-)
Un caro saluto.

@ Foglia di vite: grazie della visita del commento e dell'assidua presenza.
:-)
Un caro saluto.

@ SorayaSerena: grazie della visita e del commento. Ho notato che sei ritornata con il blog, quanto prima ti verrò a trovare.
:-)
Un caro saluto.

@ Carloesse75: grazie della visita e del commento.
:-)
Un caro saluto.

@ Noidue2004:grazie della vista e del commento, troppo buoni.
:-)
Un caro saluto.

@ Nella: grazie della visita e del commento. La vittima non dovrebbe mai sentirsi colpevole e il colpevole non dovrebbe essere mai fatto passare per vittima.
:-)
Un caro saluto.

@ Dicarlo: grazie della visita del commento e per l'interessamento per la mia salute. La mia salute procede con i tempi biblici di chi ha avuto una frattura come la mia, ma non mi lamento, l'importante è che proceda.
:-)
Un caro saluto.

@ Dolceromantica: grazie della visita e del commento. Per la normalità anche se parziale dovrò aspettare ancora alcuni mesi. Grazie dell'interessamento
:-)
Un caro saluto.

@ Noidue2004: grazie per la vostra amicizia.
:-)
Un caro saluto.

Beamarbe ha detto...

Mi spiace, non ha preso i commenti nemmeno qui.. come mai?
Molto bella e vera, mi unisco ai commenti di tutti, perchè è un argomento che ci tocca da vicino..purtroppo...Ciao :-)

gaetano ha detto...

@ Beamarbe: grazie della visita e del commento.
Sempre gentile.
Ogni tanto blogspot fa i capricci, mi dispiace.
:-)
Un caro saluto.