martedì 1 giugno 2010

pensieri di vento

(foto da web)

Intermezzo poetico tra il primo e secondo atto...



Pensieri di vento

Ondeggianti pensieri
in balia d’emozioni,
avulsi dallo stelo dell’anima.

Frutti ancora acerbi penzolando
lacrimano umore amaro.

Non sperano maturare
in succulenti sogni
ma pensieri di vento
che rovineranno al suolo.

Gaetano Gulisano.

12 commenti:

Francescafutura ha detto...

Quanta tristezza e amarezza in questi versi Gaetano, spero che il momento triste sia già superato.
Un caro saluto.

frantzisca

Caterina ha detto...

Ciao Gaetano,
il tuo intermezzo poetico é pieno di disperazione ma é bellissimo.
Buona notte caro amico

Anonimo ha detto...

Ondeggiano e rovinano al suolo ma mentre li vivi sono maraviglia....tinti

gaetano ha detto...

@ Frantzisca: grazie della gradita visita e del commento. Il superamento di un momento triste a volte è pura illusione o forse darsi la forza per affrontarne altri.
:-)
un caro saluto.

gaetano ha detto...

@ Caterina: grazie della visita e del commento.
Sempre gentile.
:-)
Un caro saluto

gaetano ha detto...

@ Tinti:grazie della gradita visita e del commento.
:-)
Un caro saluto.

Paolam ha detto...

Lo sconforto è come il vento, che passa e porta via ogni cosa e nostri sogni, no quelli teniamo stretti, sono solo nostri, anche se impossibili, o forse proprio per quello, è bello immaginarli e viverli nei nostri pensieri...
Grazie Gaetano, un abbraccio

Paolam

Paolam ha detto...

I nostri sogni teniamoli stretti...
Scusa i refusi, ciaoo

gaetano ha detto...

@ Paola: grazie della gradita visita e del commento.
:-)
Un caro saluto Gaetano.

grazia ha detto...

ciao Gaetano. La tua poesia è fatta di una realtà che tocca davvero. Complimenti.
Grazia

grazia ha detto...

Ciao Gaetano. Sono ancora quì. Volevo dire qualcos'altro.
Piacere fare conoscenza. Sono Grazia. Le mie origini vicine alle tue, abito a Firenze ma sono Messinese di origine.
Ho letto i tuoi versi, scaturiscono da un animo sofferente, ma la poesia spero ti sia di conforto, e tramite essa scoprire tanti amici.
Complimenti. Grazia

Grazia Finocchiaro ha detto...

"...frutti ancora acerbi penzolando lacrimano umore amaro..."
Bellissimi questi versi con cui rendi il significato di un frutto acerbo, ma voglio sperare che il momento di tristezza sia ben lontano ormai.
Complimenti Gaetano.

PS: ti ringrazio per il tuo messaggio, che ancora non avevo letto.

Se vuoi puoi inserire anche il mio blog tra i tuoi , come ho fatto io.

Ciao a risentirci. Grazia