domenica 1 giugno 2008

Fotografie




“FOTOGRAFIE”

Con allegra tristezza miro
Giovani e gai visi,
immortalati in vecchie
fotografie ingiallite,
speranze di prospere vite
che nonostante
il passar degli anni
impazienti aspettano.

Fermi in quelle pose,
immobili con quei sorrisi,
immagini irrequiete
aspettano il realizzarsi
di gloriosi sogni.

Visi che fanno a pugni
con l’inesorabile
passar del tempo,
visi che con veemenza
combattono la rassegnazione
di chi quei sogni non ha
saputo sognare.

Visi che mi esortano
a guardare chi ero
visi che ancora
mi spingono a sognare.

Gaetano GULISANO

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Complimenti caro cugino, ammiro con gioia che ti sei dato alla poesia d' autore (classico), tutto sommato stare fermo è giovato a qualcosa.
Un bacione a tua moglie e a Te.
Agata

gaetano ha detto...

Ciao cara cugina, non sai che piacevole sorpresa mi hai fatto con questo commento. Sono contento che quello che scrivo possa piacerti. E’ proprio vero che non tutti i mali vengono per nuocere.
Un caro abbraccio a tutta la famiglia.
Gaetano