mercoledì 14 ottobre 2009

Colombe sporcate

(foto da web)



Colombe sporcate

Colombe non più volano
nei cieli della memoria,
piume prive di candore,
sudice di menzogne
rovinano al suolo
con il peso del piombo.

Rami d’ulivo
rinsecchiti e spogli,
utopie di tempi antichi,
tanto vicini
ma troppo lontani
dall’umano sentire.

Arcobaleni privi dell’indaco,
defraudati del giallo,
spogliati dei loro colori
ormai cancellati da
un velenoso “fungo”
di chiaro bagliore.

Gaetano Gulisano

10 commenti:

Francescafutura ha detto...

Ciao Gaetano,
quanta amarezza in questa bella poesia, condivido il tuo pensiero. A volte le nostre esistenze somigliano a questa nostra terra piena di ferite,
e a noi non resta che portare avanti i nostri giorni...
grazie
frantzisca

Maryline ha detto...

Caro Gaetano,
una riflessione satura di amarezza la tua e, nella poca cura dei valori spirituali risiede , a mio avviso, il male del secolo....
Un abbraccio
Maryline

gaetano ha detto...

@ Frantzisca: grazie della visita e del commento.
:-)
Un caro saluto.

gaetano ha detto...

@ Maryline: grazie della visita e del commento.
Hai colto nel segno.
:-)
Un caro saluto.

noi due ha detto...

ciao sono il lui di noi due questa poesia e' stupenda quanto triste e vera , l'uomo ha rovinato lo spettacolo più bello che il signore aveva creato per noi. la natura oramai bistrttata violata man mano ferita bellissima un abbraccio da noi due

gaetano ha detto...

@ Noidue: grazie della visita e del commento.
:-)
Un caro saluto.

Francescafutura ha detto...

Ciao Gaetano, passo per un saluto e ti lascio la Buonadomenica, intanto rileggo la tua bella poe.
frantzisca

annarita59 ha detto...

Si coglie perfettamente il senso di sconforto, di amarezza che anima i tuoi versi. Dice bene Maia, la vera peste del nostro secolo è la mancanza di valori spirituali. Un caro saluto. Rita.

gaetano ha detto...

@: grazie per la visita, ricambio i saluti.

gaetano ha detto...

@ Annarita: grazie della visita e del commento.
:-)
Un caro saluto.