venerdì 30 ottobre 2009

Rosa rossa


(foto da web)



“Quando si cessa d’essere
quell’essere che noi crediamo assoluto
allora si diventa
l’essenza dell’assolutezza.”


Rosa Rossa

Rosso fiore
stretto da mani
fragili di dolore,
forti d’emozioni.

Petali vellutati
di vermiglio
accarezzano
dolcemente l’anima.

Aguzze spine
piantate in palmi grondanti
di spasmo scarlatto
che indugiano la presa.

Esangue il viso
in una smorfia d’amore
abbandona le palpebre,
l’iride si nasconde,
resta una rosa
grondante di poesia.

Gaetano Gulisano.

8 commenti:

Francescafutura ha detto...

“Quando si cessa d’essere
quell’essere che noi crediamo assoluto
allora si diventa
l’essenza dell’assolutezza.”

Sono particolarmente colpita da questi versi...versi che danno una dimensione...altra, e
trovo molto bella la metafora della rosa che carezza ed allo stesso tempo infligge ferite...ho pensato che è come la vita...
grazie Gaetano
frantzisca

gaetano ha detto...

@ Frantzisca: grazie della gradita visita e dell'intenso commento.
:-)
Un caro saluto.

cristina bove ha detto...

è vero, Gaetano, spesso crediamo la nostra vita finitezza... mentre basterebbe guardare il cielo per accorgerci dell'infinito...
o anche una rosa
rossa.

annarita59 ha detto...

La vita, come una rosa bellissima ma piena di spine.... Bella poesia, Gaetano, che fa riflettere. E corredata da una splendida immagine.

gaetano ha detto...

@ Cristina: grazie della gradita visita e del bel commento.
:-)
Un caro saluto.

gaetano ha detto...

@ Annarita: grazie della visita, del commento e dell'assiduità delle tue "incursioni" sempre gradite.
Forse, sono proprio le spine a rendere la vita quella cosa meravigliosa che è.
Proprio quando la morte ci passa accanto o ci colpisce attraverso i nostri affetti che ci fa pensare a quanto nulla sia assoluto.
:-)
Un caro saluto

dolceromantica ha detto...

Ciao Gaetano, come sempre resto incantata... la rosa tanto bella quando pungente...Un caro saluto e buon fine settimana!Emy

gaetano ha detto...

@ Emy: grazie della visita e del commento.
Sempre gentile.
:-)
Un caro saluto e un buon fine settimana