martedì 9 ottobre 2012

(foto da web)


Ricordi salmastri

Ritrovare
quello che avevo lasciato andare
Per lasciarlo viaggiare
leggero sulle ali del vento,
mentre una salmastra carezza
mi sfiora le labbra.

Otri colmi di ricordi
tentano il dissetarmi
ma il sale delle lacrime
mi gonfia la lingua
e continuo a bere
senza mai appagarmi.

Guardo un onda
succedersi all’altra,
scrutando
nella bianca spuma
e ritrovo il mio viaggio
per lasciarlo andare
tra vecchi ricordi salmastri.

Gaetano GULISANO.

7 commenti:

Caterina ha detto...

Grazie per questa poesia meravigliosa arrivata in un momento "salmastro" della mia vita. É bello leggerti di nuovo!
Un caro saluto

gaetano ha detto...

Ciao cara Caterina. Grazie mille del commento. Spero che quanto prima, questo tuo momento salmastro possa addolcirsi almeno un po'. Un caro saluto Gaetano

frantzisca ha detto...

Ciao Gaetano, ben ritrovato.
Anche questa tua poesia è un modo diverso dal mio di viaggiare, ma sempre poetico, é molto bella per le immagini che evoca e che regalano emozioni.

Per motivi di lavoro sono poco presente, vorrai scusarmi la latitanza ma mi collego di rado.

Un caro saluto.

frantzisca

gaetano ha detto...

Grazie per la visita e per il commento.
Un caro saluto Gaetano.

Gabry ha detto...

Una poesia dolcissima dove i ricordi fanno da strada per il nuovo viaggio.

Un saluto Gaetano e buon fine settimana!

gaetano ha detto...

Ciao cara Gabry, grazie per la visita e per il commento.
Un buon fine settimana anche a te Gaetano.

gaetano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.