giovedì 13 novembre 2008

Il Lupo o l'Uomo?













IL LUPO O L’UOMO?


Quanta ferocia in un lupo
mentre sbrana, dilania
e divora la sua misera preda.

Quanta ferocia in un uomo
mentre combatte, oltraggia
e uccide il suo fratello
chiamandolo nemico.

Quanto terrore nella preda
mentre invano si dibatte
cercando di sfuggire ai morsi del lupo.

Quanto orrore nell’uomo
che per mano di un altro uomo
viene oltraggiato, combattuto
e ucciso.

Se il lupo non uccide e
non si nutre a sua volta
morrà.

Ma l’uomo che uccide
non si nutre del suo nemico.

Allora chi è la bestia
il lupo o l’uomo?


Gaetano GULISANO

11 commenti:

Anonimo ha detto...

che bella domanda Gaetano,questa chiusa,che ha già la riposta in sè.
Bella e vera,purtroppo...
p.s.
ti ho linkato.grazie
buon pomeriggio,non so da te ma qui a roma piove
anileda

gaetano ha detto...

***X Anileda: grazie per il commento e per la visita.
Sono contento che sei riuscita a linkarmi.
Per quanto riguarda la pioggia, a Treviso piove a dirotto, ma meglio che le stagioni facciano il loro corso…
E' lo stravolgimento di queste che mi angoscia.
Un sorriso :-)

Anonimo ha detto...

Hai perfettamente ragione Gaetano, ottima conclusione.
Il lupo ucciderà sempre per sfamarsi e l'uomo imparerà a non uccidere per dei sentimenti di prepotenza che esplodono in lui?
Quando l'uomo non usa la razionalità si dice che usi l'istinto come un animale, l'animale credo che agisca solo per istinto, quindi l'uomo ha una scelta in più...
Ciao
Paolam

gaetano ha detto...

***X Paolam: Che piacere ospitarti nel mio blog, grazie per il tuo commento ben nutrito che coglie a pieno il senso della mia poesia.
:-)
Un caro saluto.

Glò ha detto...

Una poesia che racchiude l'ingiustizia che l'uomo impone a se stesso.
Il lupo può essere "giustificato" dal momento in cui si nutre di naturale istinto.
... ma l'uomo, L'UOMO si nutre di rispetto se non osa andare a colpire il suo vicino che viene schiacciato dalla bramosia del SUO potere e del SUO arricchimento. Un circolo vizioso che porta inevitabilmente a "scusarsi" con la sua naturale decisione di privare il suo simile, senza pietà.... ecco la sua imposizione: l'arroganza d'apparire più forte...che peccato...

Un carissimo saluto, Gaetano.

Glò

Margherita ha detto...

homo homini lupus. come lo hai espresso bene Gaetano! soprattutto le ultime tre strofe condensano bene la domanda di chi sia la bestia,

ciao!

gaetano ha detto...

***X Glò: grazie per il bel commento molto nutrito ed apprezzato come è apprezzata la tua visita.
Un caro saluto.

***X Margherita: grazie per il tuo commento sintetico e molto gradito come la tua visita.
Un caro saluto

cristina bove ha detto...

e c'è da chiederselo?...
caro Gaetano, la bestia più feroce, è il predatore più astuto della terra, l'uomo, appunto.

gaetano ha detto...

***X Cri: grazie per il commento e per la visita. Io me lo chiedo sempre nella speranza che anche gli altri come noi se lo chiedano, affinché nessuno debba più chiederselo.
Un caro saluto.

Anonimo ha detto...

good start

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu