venerdì 7 novembre 2008

Il nuovo mondo




Il nuovo mondo

Umano inferno,
ostentato luogo di consapevole
indifferenza,
terreno paradiso,
velato spazio di ignara e folle realtà.

Attuali profeti di malvagia giustezza,
nuovi adepti di giusta stoltezza,
vittime dell’umana saggezza.

Vite,
che invano attendono di vivere,
uomini
che inutilmente
attendono d’esser uomini,
inferni
che ancora aspettano
d’esser mutati in paradisi.

Dannati
che non hanno mai peccato,
peccatori
che non si sono mai redenti,
beati
che continuano a dannarsi.

Gaetano GULISANO

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Assolutamente sulle mie corde,ne conosco bene ogni grido,conosco bene questa inquietudine.
Grazie di questa bellissima poesia
un sorriso
Anileda

gaetano ha detto...

***X Anileda: grazie per il commento e per la visita.
Un saluto

Margherita ha detto...

inferni
che ancora aspettano
d’esser mutati in paradisi.

bellissima questa immagine
ma anche tutto il percorso "dantesco"
ciao!

gaetano ha detto...

***X Margherita: grazie del commento e del la visita.
Il mio cruccio :-/è che quegli inferni ancora sono tali e, sono destinati a restarlo per lungo tempo, per l’indifferenza di ancora purtroppo troppi esseri umani cosiddetti potenti.
Un saluto.
:-)